Università Cattolica del Sacro Cuore
Accessibilità
Contatti


Torna a

Torna a:

Resoconto del secondo incontro del Seminario Economico-Giuridico - Collegio Ludovicianum

10 maggio 2017

La_sfida_populista_Ludovicianum_Aprile2017.jpg

Il secondo appuntamento del Seminario Economico-Giuridico, tenutosi mercoledì 5 aprilepresso il collegio Ludovicianum, si è proposto quale occasione di approfondimento del reale significato della parola “populismo” e, contemporaneamente, per ripercorrerne la storia sociale e concettuale, nonché il ruolo che tale espressione ha assunto nell’attuale linguaggio politico e giornalistico.

Ad intervenire sul tema Damiano Palano, Professore ordinario di Filosofia Politica all’Università Cattolica del Sacro Cuore ed Elisabetta Soglio, Caporedattore Politica del Corriere della Sera. Il prof. Palano ha incentrato il suo discorso sulla storia del populismo, ricostruendo i diversi volti di questo movimento, dalla fine dell'800 ad oggi, cercando di analizzare i veri motivi che hanno permesso l’ascesa di leader, movimenti e partiti e illustrando le ragioni che conducono molti a ritenere questo tipo di movimento come portatore di soluzioni e valori autentici e concreti. Tramite un excursus storico è riuscito a trasmettere una dettagliata immagine del significato del populismo, di cosa sia diventato, e quali conseguenze possa portare un atteggiamento politico di questo tipo.

Soglio, dal canto suo, ha spiegato quale sia il rapporto tra questo particolare fenomeno di massa e la comunicazione giornalistica contemporanea. Quella della giornalista è stata una vera e propria testimonianza di vita, professionale come giornalista e personale come madre: partendo dalle esperienze di giovane reporter impegnata a seguire i comizi di allora ascendenti leader politici come Silvio Berlusconi ed Umberto Bossi, ha infatti indotto a riflettere da un lato sulla potenza seduttrice di coloro che di questo “populismo” si sono fatti e tuttora si fanno portatori, dall’altro sull’impellente necessità e responsabilità che noi, giovani soprattutto, abbiamo di sviluppare una coscienza critica e capace di indagine. La sfida per il giornalista di oggi è dunque quella di fronteggiare una comunicazione spesso lapidaria e ingannevole, fatta di slogan e “titoli-bomba” condivisi a gran velocità da pagine web talvolta ricche di fake news, diffondendo invece l’amore e la ricerca dell’informazione dettagliata e pesata, capace di andare oltre la superficie del sensazionalismo.

Quindi, ancor prima di parlare di populismo, occorre avere un’idea nitida del vero significato e della vera storia di questa parola e del fenomeno socio-politico che porta con sé, comprendendo le dinamiche di come si sviluppi all’interno del mondo della comunicazione e come riesca ad entrare nella vita reale delle persone. Inoltre, prima di condurre analisi o esprimere giudizi al riguardo, quali che siano, nei confronti del populismo contemporaneo, è necessario capire fino in fondo quello passato, per apprezzarne ad un tempo similitudini e differenze e scoprire la fitta rete di interconnessioni che lo legano alla comunicazione e ad altri fenomeni sociali e antropologici.

Vincenzo Pascal Alaterna


Eventi e Bacheca